November 13, 2019

February 28, 2019

Please reload

Recent Posts

[it] La voce ha corpo ed è un corpo di donna

October 3, 2016

Il canto materno, il canto delle donne, è fondamentale per celebrare la vita, il piacere, l'amore e la pace. Quando le donne ammutoliscono, l'intera società soffre. Quando si mettono a cantare insieme, il mondo può cambiare.

 

Durante il seminario l'8 e il 9 ottobre a Roma impareremo a usare il nostro corpo e la nostra voce per esprimere piacere, canteremo per celebrare lo spirito della sorellanza, faremo vibrare le nostre vulve per onorare il principio femminile  - perché quando la bocca canta, la vagina vibra! Quel momento in cui una donna arriva a provare questa esperienza dal vivo e con tutto il suo corpo è esilarante... Gli esperti lo chiamano "embodiment". La voce non è soltanto aria, la voce ha corpo ed è un corpo di donna. 

 

(Nella foto, Federica e Lorena al Singing Birth Workshop, 3-4 settembre, al Paradis des Papillons)

 

Ho un rapporto speciale con le mamme di Nanay.
 

 

Ci siamo conosciute quando mi hanno invitato a presentare il libro Memorie di un parto cantato, abbiamo continuato a collaborare con il primo seminario Singing Birth, ci siamo confrontate nel tempo sui temi dei diritti umani nella nascita e abbiamo deciso di essere "madri attiviste".

Le mamme di Nanay mi dicevano: "Ma cosa possiamo fare noi, siamo soltanto madri...?". Essere "soltanto" madri spesso esponeva i nostri discorsi alla svalutazione pubblica, anche da parte delle professioniste che promuovono la nascita rispettata. 

Dopo qualche mese abbiamo lanciato sui social media la campagna #bastatacere: le madri hanno voce per sostenere una proposta di legge (PDL Zaccagnini) sui diritti umani nel parto, una proposta scritta da madri. La nostra pagina Facebook ha avuto 22.000 like in soli 15 giorni e ha raccolto oltre 1.000 testimonianze di abusi in sala parto. Le azioni di madri hanno messo la violenza ostetrica sul tavolo delle discussioni nel Parlamento e hanno promosso un'interrogazione parlamentare (On. Valentini). Questo e moltissimo altro possono fare le madri. 

Durante la campagna #bastatacere,  in collaborazione con altre associazioni, abbiamo accolto migliaia di donne con le loro storie di abusi, traumi subiti e diritti violati nella nascita. 24 ore su 24, giorno e notte, a titolo gratuito e con il cuore in mano, abbiamo pianto dietro agli schermi e... ABBIAMO CANTATO. Le voci delle madri non erano soltanto quelle esposte nei cartelli, erano anche quelle che cantavano l'amore, cantavano la vita esprimendo con la loro voce tutta la loro potenza e dando così forza ad altre donne.  

 

"Una mattina, accogliendo una dietro l'altra le esperienze di parto terribili delle donne, stava per prendermi uno sconforto infinito. Ho iniziato a cantare... Una canzone che abbiamo cantato con altre madri attiviste, "Sinnò me moro" di Gabriella Ferri. Ho cantato a piena voce, come non facevo da quando ero adolescente. E questo mi faceva sentire meglio, forte, connessa a tutte le altre madri in uno spirito di sorellanza forte e prezioso."

Annalisa Melis, presidente dell'associazione Nanay

 

"Posso dire che c'ero anche io per #bastatacere: le madri hanno voce e ho cantato con le madri di Nanay, con Elena Skoko, con le mie compagne di viaggio della Goccia Magica. Quando mi sono sentita accolta ho cantato! Lo stesso è successo a tutte, dall'imbarazzo siamo passate all'ilarità, dall'ilarità all'ascolto l'una dell'altra senza sovrapporci fino a trovare la vibrazione giusta per sentirci in coro. Quando ho esitato le voci delle altre erano li ad aspettarmi con il loro ritmo e dolcezza. Quando ho sentito esitazione da parte di qualcuna ho ricambiato mantenendo il ritmo, ho atteso fiduciosa la voce delle altre...che sono arrivate. Insomma ho sperimentato un'altro modo di stare da mamma a mamma, tra pari, dove calare le barriere di protezione ha liberato un canto potente, curativo, terapeutico. Poi, ho conosciuto Ibu Robin Lim e la sua voce allenata ad accogliere e ho capito ancora meglio la potenza della mia voce collegata all'essere femmina e ho trovato il senso della parola PACE."

Michela Cericco, presidente dell'associazione La goccia magica

 

(Nelle foto: le mamme di Nanay ospitano Ibu Robin Lim, a sostegno della Fondazione Bumi Sehat, insieme alle mamme de La goccia magica e un pubblico di madri e custodi della nascita)

 

Per poter fare quello che abbiamo fatto la nostra voce è stata fondamentale. L'abbiamo accarezzata, stimolata, l'abbiamo coccolata, cullata e sollecitata finché non è uscita fuori da sola ed è esplosa in una fragorosa risata liberatoria. Questo è il Parto Cantato e questo viene praticato durante il seminario Singing Birth. Perché le donne smettano di tacere e facciano sentire la loro voce, nell'intimità come nella società. 

 

Per le iscrizioni contattate: spazionanay@gmail.com

 

Please reload

Please reload

Search By Tags